logo IRHA_great

07 febbraio 2018,

A pochi giorni dell’Assemblea IRHA, che si terrà il 10 febbraio al Novotel di Bologna, il Presidente IRHA Roberto Cuoghi in un comunicato Stampa ufficiale, ci tiene a fare delle precisazioni riguardo al prossimo Futurity Irha/Nrha 2018 e per tanto richiede massima adesione alla riunione del 10 febbraio, ma conoscendo alcuni piccoli dettagli al fine di orientare correttamente la discussione dei soci… Questo il comunicato ufficiale del Presidente Roberto Cuoghi:

“Sabato prossimo si terrà l’annuale Assemblea dei soci. La vostra partecipazione sarà molto importante, per impostare una discussione proficua su alcuni temi di stretto interesse per allevatori, professionisti e Non Pro e per ratificare così alcune proposte nell’interesse di tutta la nostra comunità. Sul tema del Futurity IRHA 2018, diversi soci mi hanno riportato nell’ultimo mese alcune presunte notizie date come ufficiali – perchè viste magari sui Social – su cui sento la necessità di fare in prima persona alcune precisazioni a nome del mio Direttivo, affinchè la discussione in Assemblea parta da una base di fondatezza dei temi in oggetto. Consentitemi però una premessa generale . Nel mio ruolo di Presidente Irha e Presidente del Board Europeo, ho il compito a volte difficile e spigoloso di contemperare e far convivere gli interessi più specifici del Reining italiano, all’interno di una Vision continentale che permetta la crescita complessiva del nostro sport in tutta Europa. Tenere insieme queste due cose, mantenendo allo stesso tempo forte il rapporto di fiducia con i vertici di NRHA Usa è la cosa che più mi ha gratificato e impegnato in questi ultimi anni . E mi è facile farvi due esempi concreti. Da un lato mi sono fatto garante del prossimo Derby UE che si terrà in Germania a luglio, nello spirito di mettere la parola “fine” a un periodo di rapporti difficili tra la associazione tedesca e quella americana e assicurare un equilibrio continentale nella organizzazione degli eventi di rango europeo. Allo stesso tempo, ho portato la voce e tutto il peso del Reining italiano come determinanti per orientare alcune decisioni come ad esempio quella sul “Single Purse” nei prossimi eventi, in un senso a noi tutti più gradito. Detto questo, la piena riuscita del prossimo Futurity Irha-Irhba-Nrha ha bisogno dell’impegno leale di tutti i soci in questa delicata fase di costruzione, sapendo che il Consiglio da me presieduto ha l’onere/onore di fare alcune proposte da presentare all’assemblea. Cerchiamo allora di avere una base comune utile alla discussione, in modo che in Assemblea potremo concentrare la nostra attenzione sui punti rilevanti. FUTURITY 2018, NON CI SARA’ IL SINGLE PURSE Dopo l’esperimento di Lione, mi sono personalmente battuto nel recente Meeting europeo tenuto a Bruxelles a metà gennaio scorso, affinchè Futurity Europeo, Derby Europeo, Derby Irha e Futurity IRHA 2018, siano strutturati sui 4 Livelli consueti e noti come richiesto da buona parte dei soci Il Single Purse, non ci sarà, state tranquilli. QUOTE DI ISCRIZIONE Il montepremi 2018 pari a 600.000 Euro, è frutto di uno sforzo importante del nostro programma allevatoriale IRHBA, dal gruppo di Partners capitanati dal nostro E.Arcese, nonché da Quarter Dream e Rabboni QH e da alcuni partner d’oltre oceano e da molti nostri allevatori che hanno creduto in questo progetto donando una monta del proprio stallone. E’ naturale che una cifra “quasi triplicata” rispetto al montepremi 2017, abbia bisogno di un ritocco al rialzo delle quote di iscrizione. Questo non per coprire i costi, ma per cercare di trovare una stabilità di bilancio complessiva che ci faccia guardare anche agli anni futuri, dopo il 2018. Altrimenti rimarrà un fatto isolato. Voglio dire con forza che sulle quote di iscrizione NON ci sono costi già decisi. Stiamo lavorando ancora in questi giorni su alcune simulazioni che illustreremo all’Assemblea nelle due/tre possibilità che secondo noi sono più credibili. Inoltre, sarà possibile pagare l’iscrizione fino a un mese prima dall’Evento e in particolare sarà possibile “sanare” la mancata iscrizione del puledro al programma Irhba pagando una Extra-Fee. IL FUTURITY A DICEMBRE Un Evento così importante come quello del 2018, ha bisogno di una collocazione in agenda che lo renda praticabile anche agli atleti e allevatori d’oltreoceano. L’unica possibilità è stata quindi di schedulare il Futurity italiano a metà dicembre, dopo quello Usa, data che in ultimo accontenta anche alcuni Partners Usa che hanno voluto aderire al progetto. MONTEPREMI, ATLETI E MONDO REINING Un montepremi importante come quello del 2018, non serve solo ad assicurare un Pay Out più alto ai Campioni, come qualcuno pensa. Questa è solo la “ciliegina” sulla torta, dedicata ai nostri atleti in gara. L’ambizione più grande è invece quella di fare crescere il nostro sport nel suo complesso, rendere più appetibili i nostri cavalli, aumentarne il valore e l’indotto, puntare insomma di più – come ci avete sempre chiesto negli ultimi anni – su questa vetrina, dando agli allevatori ed appassionati un motivo concreto per il quale investire su puledri di qualità, oltre alla passione per il Reining. Questo è il vero nodo centrale di questo ambizioso progetto, su cui potremo tirare le somme solo una volta terminata questa stagione così sfidante. Degli effetti “collaterali” di questo grande sforzo organizzativo, non dobbiamo avere paura ma coglierne invece le opportunità. La presenza eventuale – e auspicata – di alcuni BIG Usa, significherà in primo luogo un più grande spettacolo in arena. Sarà magari più sfidante per gli atleti europei che possono solo iscriversi L4 (sono 12 nominativi, tutti di rango continentale). Sono tutti atleti fortissimi, che penso abbiano anche il desiderio di potersi confrontare sull’addestramento dei tre anni e siamo certi che in finale vedremo un Big Show. Per tutti gli altri atleti, rimarrà di fatto intatto il montepremi suddiviso negli altri livelli. In ultimo, la revisione al rialzo dei limiti dei Livelli decisa da NRHA, aumenta la possibilità per gli atleti di continuare più a lungo a gareggiare anche nel livello inferiore. Certo, per chi inizia ora, questo significa ritrovarsi anche nei Livelli 1-2 atleti già ben strutturati. Ma a sua volta negli anni futuri, potrà poi competere più a lungo in quei livelli medesimi. Come già detto in precedenza, mi sono sentito di condividere questo mio breve contributo scritto con voi PRIMA dell’Assemblea dei soci di Sabato 10/2, perchè temevo che alcune “voci” che si sono rincorse nelle ultime settimane potessero “fuorviare” la discussione del pomeriggio, quando si parlerà del Futurity Irha. Spero quindi che questa nostra comunicazione, sia semplicemente la base informativa corretta da cui partire nell’impostare gli interventi in sala. Mi auguro infine che ci sia una robusta partecipazione – anche come vertici delle Associazioni regionali – in modo che le decisioni prese sabato prossimo siano largamente condivise dai soci e ci permettano di impostare con fiducia la prossima stagione agonistica che spero possa essere ricca di soddisfazioni per voi tutti!

Arrivederci a sabato!

Roberto Cuoghi Presidente IRHA