lucas

26 maggio 2019, press teamforyou

Un bel reining quello della Finale Open del 2019 Irha/Nrha Derby, che ha visto l’asticella alzarsi via via in un crescendo di tecnica e di emozioni come forse da qualche tempo non si vedevano e provavano.

 

Erano in 47 ai blocchi di partenza, e molti hanno mostrato grinta, abilità, dedizione. Ma l’asticella dei punteggi si è improvvisamente impennata con l’ingresso dal Gate of Champions di Gennaro Lendi in sella ad Arc Step Above di Anna Parodi: dal pulito 219,5 di Dominik Reminder e Call Me Voodoo (owner Elisabetta Zoccarato)a un trillante 223,5. Da quel momento suspence: quasi ogni concorrente, e ne mancavano ancora 10 alla fine della finalissima, ha tentato l’impossibile, e a molti è anche quasi riuscito; per esempio alla grande Ann Fonck, che in quell’ultima “decina” aveva ancora due cartucce da sparare, con il 222,5 conquistato insieme a Spook N Ruffles di Brigitte Steiner; a Mirko Midili, fresco dell’Nrha European Futurity Open Championship title, qui in sella a Whiz Wild West, il “cavallo eroe” di questo Derby, che ha corso nel giro di pochissimi giorni quattro gare molto più che impegnative portando il suo proprietario Edoardo Bernardelli al podio Derby Non Pro level 3 e Reserve Champion level 4 e poi Midili a un bellissimo terzo posto nella divisione open – score 223 – ex aequo con Nico Sicuro e Sugar Little Step. Sì, proprio “quel” Sugar Little Step, il brillante stallone palomino proprietà di Quarter Dream che insieme a Gennaro Lendi era andato fino al Nrha Derby di Oklahoma a conquistarsi il suo posto al sole. E poi arriva lui. Solo 23 anni, dalla Polonia, che anche se vanta l’eccellenza del Roleski Ranch non è certamente una delle grandi nazioni del reining: eppure Lukasz Czechowicz, già co go-round leader level 4 insieme ad Ann Fonck e Gunners Specialolena, e già tra i protagonisti del Big Futurity dello scorso dicembre, con Csg Magnifique Gun apre il gas su un run mozzafiato, con l’eccellenza di spin veramente fuori dall’ordinario: 225. Podio.

Lukasz si toglie il cappello e saluta con calore il pubblico in risposta allo scrosciante applauso che viene dagli spalti. Pochi minuti dopo aver completato il pattern 12 e aver conquistato il Derby level 4, dice ridendo che gli servirà guardare il video per capire esattamente che cosa ha fatto insieme a Csg Magnifique Gun, dato che nella sua mente è ancora tutto molto, piacevolmente confuso: «Per me, è un sogno che si avvera. Questo è quello che desideravo fin da ragazzo. Ma sinceramente quando sono arrivato qui a Cremona non mi aspettavo proprio un simile risultato!». Un run che ha lasciato nella testa di tutti quelli che vi hanno assistito un pensiero univoco: “Ecco come mi piacerebbe girare!”… «Gli spin sono da sempre il punto forte di questo cavallo», commenta Czechowicz, «ma quelli di stasera sono stati strepitosi». Dopo il go-round, il professionista polacco ha scelto di mantenere lo stallone tranquillo e rilassato: ​​«L’unico rischio poteva proprio essere che sul turnaround andasse “troppo”, quindi volevo solo rallentarlo». Magnifique Gun ha sei anni, è proprietà di Katarzyna Roleska ed è un prodotto dello stallone di punta del Roleski Ranch, Colonels Shining Gun, mentre sua madre è Im Magnifique (da Magnum Chic Dream). Il Roleski Ranch è anche il luogo in cui Czechowicz ha sviluppato e maturato le sue abilità nel reining: è stato trainer lì negli ultimi cinque anni, da quando ha lasciato la scuola superiore e dopo aver acquisito le sue prime competenze dal padre che montava cavalli western. Lukasz spiega: «Questo stallone è stato iniziato a 2 anni da Cira Baeck e poi addestrato da Bernard e Ann Fonck; Ann lo ha portato in finale all’Nrha European Futurity Open 2017. Io l’ho avuto quando era già addestrato, ma lo sto montando da due anni e abbiamo sviluppato un grande feeling, soprattutto ultimamente». Czechowicz è stato Level 3 Champion all’Nrha Euro Futurity Open lo scorso anno su Csg Piggiemove, e Level 3 Champion all’Italian “Big Futurity” di dicembre insieme a Csg Copshot. Piani per il futuro? «Il Derby europeo in Germania a luglio, e poi vedremo!».
Reserve Champion level 4 è quindi Gennaro Lendi in sella ad Arc A Step Above, un figlio di Walla Walla Whiz e Wimpys Little Chic proprietà di Anna Parodi. La coppia è stata, nel 2018, Open Level 4 Champion al Derby International de Lyon e 2019 Open Shoot-In Reserve Champion.

Si fa largo alla grande con l’appariscente Sugar Little Step (Wimpys Little Step x Ah Sugar Sugar, da Lil Ruf Peppy) l’altro ventitreenne di questa finale tutta dominata da giovani o da volti abbastanza nuovi sulla scena del top reining. Nico Sicuro, dallo scorso gennaio home trainer all’allevamento pugliese Quarter Dream di Pietro Marseglia, entra a testa bassa e guida il suo compagno di gara in un crescendo davvero emozionante. Quando la sabbia si posa dopo l’ultimo stop, il punteggio è uno splendido 223 che frutta ai due il titolo di Champions level 3 e 2, perfetta replica di quanto era avvenuto durante il go-round ma aggiungendo ben 4 punti allo score di allora, e assicurandosi così un margine molto generoso sui contendenti più vicini. «In finale ho cercato di aggiungere un po’ di velocità alle manovre e rischiare di più. Insomma, di fare tutto quello che potevamo insieme, ed è andata davvero bene!», dice Nico. «Siamo entrati prima del trattore, quindi il terreno non era ottimale e il primo stop avrebbe potuto essere più bello. Ma poi le cose sono andate migliorando…». Sugar Little Step, che ora ha 7 anni, è stato avviato da Markus Gebert che a tre anni lo ha portato fino in finale al German Breeders Futurity Ltd Open nel 2015 e poi ai titoli di 2016 Nrha European Derby Level 3 Open Champion e Level 4 Open Co-Reserve Champion  con un enorme 228.5. L’anno scorso Gennaro Lendi lo ha guidato ai titoli di Nrha Irha/Nrha Derby Level 4 Open Co-Reserve Champion e alle prestigiose finali dell’Nrha Derby level 4 a Oklahoma City. Nico monta Sugar Little Step dallo scorso febbraio; la prima uscita della coppia appena formata è stata in un’ancillary class durante l’EuroFuturity, ma il Derby è stato il loro primo Special Event… speciale nel vero senso della parola! «Sugar oggi è stato fantastico, e mi sono davvero divertito in questa gara. Grazie Pietro! Grazie Quarter Dream!».

Beniamino del pubblico, che dalle tribune lo ha incitato in maniera davvero entusiasta, Giuseppe Prevosti è stato premiato con un 218 e ha conquistato la fascia di Reserve Champion L2 in coppia con Gunna Sparkle, stallone del 2014 proprietà di Luigi Parise. “Beppe” aveva anche una seconda monta, Walla Golden Arrow di Francesca Bertazzi, terza in questo livello con 217.

Elio Simonini, volto abbastanza nuovo sulla platea degli special events, è uno dei non frequenti casi di personal trainer equestre: segue solamente l’amazzone non pro Susanna Sodi e i suoi cavalli, e tutto il gruppo si appoggia alla scuderia Luga QH. Ma questa volta Elio è uscito dall’ombra per conquistare il suo spicchio di notorietà salendo alla vetta dell’Irha/Nrha Derby level 1 come Champion e level 2 come Reserve, a quota 216: il suo compagno in tutto questo si chiama Sevenchextocash, castrone quarter da Big Chex To Cash e Lil Chic Peppy. «In questo Special abbiamo portato quattro cavalli, e Susanna ne ha montati tre nella non pro: ma quanto a Seven questo era il suo ultimo anno di Derby, e abbiamo deciso di provare a farlo esibire da me per tentare la scalata al podio dei livelli Open 1 e 2. L’obiettivo è stato raggiunto e io non potrei essere più felice», ci racconta il ragazzone toscano con gli occhi un po’ lucidi per l’emozione. «Stasera ero l’ultimo della prima sezione di finali, quella dei livelli 1 e 2, e uscire sentendo dire allo speaker che fino a quel momento sei stato il migliore è indescrivibile. Mancavano ancora due colleghi, Nadalini e Dossetto, entrambi con buoni cavalli: ma si sa che nel reining ci vuole anche un po’ di fortuna e questa volta è toccata a me… Un grazie enorme va a Susanna, naturalmente, perché mi ha permesso tutto questo, e un altro alla mia “morosa” Alessandra Ischia che lavora con me come groom».

38 anni, Elio ha fatto una lunga gavetta nell’ambiente del reining, come groom e poi come assistant: ha lavorato per Mario Sbrana, per Stefano Angelucci, per Ambrosini Quarter Horse. Poi si è messo in proprio, seguendo una sua particolare inclinazione per l’insegnamento e occupandosi di cavalieri rookie e youth. Infine l’incontro con Susanna: «Sono quattro anni che lavoriamo insieme, e sta andando tutto alla grande: lei ha avuto buoni risultati, io per la prima volta ho potuto averne di miei con i suoi cavalli. Due anni fa per esempio, terzo al Derby europeo, ed ora questo!». Sevenchextocash è stato addestrato da Bernard Fonck, e la Sodi se ne è innamorata dopo averlo visto durante il Futurity 4-yr-old: «Apparteneva a 7 Heaven, dove lo avevano allevato con tale amore e passione che al momento della vendita è stato davvero difficile farli staccare da lui. Ancora adesso ci chiamano per avere notizie e anche stasera sono stati i primi a farmi i complimenti. Da allora è sempre stato esibito da Susanna. È un cavallo facile, equilibrato, sempre volonteroso: ogni volta che finiamo una sessione di lavoro arriccia un po’ le labbra, come a chiedere «Ma abbiamo già finito?», e quando arriviamo la mattina in scuderia è il primo a nitrire per chiedere la sua razione o che gli si apra la finestra… Lo definirei “squisito”, vuoi per la sua grandissima qualità e personalità, vuoi per come è stato allevato e domato. Quando Susanna mi ha detto che l’avrei portato io al Derby, un mese fa, l’ho provato a una gara regionale: e nonostante io sia nuovo dell’ambiente agonistico e abbia fatto pochissime gare ha marcato 71,5… calcolando anche un punto di penalità!».

Ex aequo con Elio e Seven nel ruolo di L2 Reserve Champions c’è Lotsa Smokinguns, femmina di 7 anni da Gunner per Lotsa Train di Sara Galimberti, montata dalla brava Silvia Venezia, mentre si posizione come Irha/Nrha Derby level 1 Reserve Champion la coppia Mattia Nadalini, ex trainer alla Roberta’s Stables, e Miss Gunna Gunna, 5 anni, proprietà di Giulia Mandaletti del Mandaletti Quarter Horses ASD di Bergamo dove il professionista veronese segue ora i suoi clienti. La cavalla, nata da Hollywood Gun Dunnit e Miss Doctor Gunny, ha terminato la sua avventura nel Derby con un punteggio di 215.